Scuola dell'Infanzia

Print

IDENTITÀ della SCUOLA e CRITERI ISPIRATORI

La Scuola dell’Infanzia Paritaria “Maria Ausiliatrice” si propone al territorio e nel contesto socioculturale come Scuola Cattolica e Salesiana, luogo di formazione armonica e integrale della persona e di educazione alla fede.
In quanto scuola offre una chiara proposta culturale e didattica e un significativo luogo di apprendimento e di socializzazione che risponde alle esigenze dei bambini/e.
In quanto scuola cattolica propone una visione dell’uomo, della storia, del mondo e della vita ispirata al Vangelo e trasmette i valori del messaggio cristiano attraverso significative esperienze di vita quotidiana, di feste e di cammini didattici. Favorisce inoltre la conoscenza e l’incontro con Dio Padre, con Gesù Cristo Amico, Fratello e Salvatore e sua Madre Maria.
           In quanto scuola salesiana si ispira al metodo educativo di Don Bosco e di S. Maria
Domenica Mazzarello attraverso una Comunità Educativa dove ogni membro è responsabile della crescita di ogni bambino/a per formare “buoni cristiani e onesti cittadini”. L’azione educativa è guidata dal “Sistema Preventivo”, che permette di costruire rapporti personali ed educativi nello spirito di famiglia, in un clima di gioia, di ottimismo e di festa e secondo il trinomio: ragione – religione – amorevolezza:

Ragione come esercizio della libertà, della responsabilità, dell’ autonomia, della motivazione nelle scelte, nella proposta di valori umani, compresi e condivisi, facendo uso e appello alle risorse dell’intelligenza.
Religione come apertura a Dio e certezza che Dio è Padre nostro e ci ama, come scoperta/accoglienza del proprio progetto di vita, di un modo di vivere e di comportarsi secondo il modello dell’amore in Gesù Cristo.
Amorevolezza come esperienza del sentirsi accolti e amati, accompagnati, conosciuti e compresi da persone amiche e “presenti”, mature e responsabili.

A coloro che scelgono la nostra Scuola si chiede la condivisione di questi ideali per garantire una reale continuità educativa tra scuola e famiglia.


Questa scelta ci invita a:
- valorizzare e promuovere la cultura della Vita
- creare un ambiente sereno in cui ognuno si senta amato, riconosciuto, rispettato
- privilegiare la relazione educativa personale
- favorire il protagonismo del bambino e la vita di gruppo
- valorizzare tutte le dimensioni della persona (affettiva, emotiva, sociale, cognitiva, creativa, religiosa) e offrire percorsi formativi per lo sviluppo di tali dimensioni
- promuovere esperienze positive che rafforzino la presa di coscienza di sé e una visione realistica e ottimista della vita.

Il dialogo chiaro e aperto delle insegnanti con le famiglie aiuta a comprendere i problemi e ad affrontarli promovendo un’azione di convergenza educativa, indispensabile per conseguire la meta di uno sviluppo graduale e sereno.
La Scuola dell’Infanzia “Maria Ausiliatrice” ha una particolare attenzione per la famiglia e s’impegna a coinvolgerla attraverso diverse iniziative per favorire il dialogo, la partecipazione attiva, la conoscenza e la collaborazione tra le famiglie stesse.

CONTESTO SOCIO-CULTURALE

La nostra Scuola, sorge nel quartiere del centro storico di Parma, in Piazzale S. Benedetto n.1
La sua popolazione scolastica è espressione dei vari ceti sociali presenti sul territorio e delle realtà plurietnico-culturali della città di Parma. Circa il 30% dei bambini iscritti nella nostra scuola proviene da un'altra cultura

Parma è una cittadina di circa 187.000 abitanti, situata nel nord Italia, nella parte occidentale dell'Emilia, tra gli Appennini e la Pianura Padana su una superficie di 260,77 km².
La città di Parma, colonia romana a partire dal 183 a.C., ha sempre rivestito importanza politica grazie alla posizione geografica centrale fra Val Padana, Liguria, Toscana.               Sul territorio comunale sono presenti numerosi parchi, giardini e aree verdi, alcuni                di notevole pregio storico e architettonico. E’ una delle più belle città d'arte d'Italia; meta del turismo culturale e gastronomico, nota per i monumenti, i castelli, l'arte, la cucina e l'opera lirica. E’ una “città d’arte e città della musica”, perché la presenza della musica nella storia della città è ricca e variamente connotata e ne costituisce un'anima riconosciuta nel mondo.

La provincia si rivela laboriosa e dinamica, orgogliosa di essere meritatamente definita "Food Valley", valle del cibo. Il brillante sviluppo economico che l’ha contraddistinta negli ultimi dieci anni trova le sue condizioni in un contesto produttivo vivace, disegnato da un fitto tessuto di piccole imprese e da un notevole impiego di tecnologie avanzate, nonché dalla forte tradizione del settore alimentare. Qui da sempre si lavora alacremente puntando sull'alta qualità e si è gratificati dai mercati di tutto il mondo che dimostrano di apprezzare prosciutto, parmigiano, pasta, latte e pomodoro, nonché le tecnologie impiantistiche che ne assicurano la qualità. In questo contesto si verifica soprattutto il fenomeno di seconda immigrazione favorito dal buon tenore di vita generale.

La scuola collabora con i servizi sociali del territorio per garantire interventi educativi mirati, aderisce al processo di rinnovamento della scuola italiana in rete con le altre scuole associate alla Federazione Italiana delle Scuole Materne (FISM), al CIOFS-scuola FMA svolgendo nel territorio, con la sua impostazione Cristiana, Cattolica e Salesiana, un ruolo educativo e culturale fondamentale.

La scuola è convenzionata con il Comune di Parma ed ha un Protocollo di Intesa, approvato e sottoscritto, tra il Comune di Parma, la Federazione Italiana Scuole Materne e le Scuole dell’Infanzia Paritarie aderenti alla FISM di Parma. Inoltre ha stipulato una Convenzione unica di orientamento con l’Università degli Studi di Parma per accogliere presso le nostre strutture laureati e laureandi in tirocinio di orientamento (ai sensi dell’art. 5 del decreto attuativo dell’art. 18 della legge n. 196 del 1997).